Data Ultima Modifica: 31/05/2022

ATTI DI CONCESSIONE

CONTRIBUTI, SUSSIDI, SOVVENZIONI (art. 26 2° comma del D.Lgs. n. 33/2013, da applicarsi "in quanto compatibile").


La Società, per scelta aziendale, esclude come indirizzo generale la possibilità di erogare o concedere qualsiasi tipo di vantaggio patrimoniale.

Sono fatti salvi gli impieghi dei ricavi provenienti del recupero dei rifiuti post-cremazione. Azimut S.p.a., infatti, conferisce ad una società specializzata i rifiuti post combustione dei forni crematori. Tale impresa effettua operazioni di trasporto, trattamento e recupero del rifiuto e contrattualmente riconosce ad Azimut S.p.a. un corrispettivo determinato nelle condizioni contrattuali.

Fin dal 2016, su proposta dell’Amministratore Delegato, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di impiegare tali risorse per iniziative specifiche di carattere sociale, da rendicontare periodicamente al Consiglio di Amministrazione stesso.

Un importo annuo pari almeno ad €. 5.000,00 sarà destinato dal Cda a favore di enti, in qualsiasi forma costituiti (Onlus, società cooperative, associazioni, comitati, etc.), aventi finalità sociali/solidaristiche a favore di fasce deboli dalla popolazione, con diffusione prevalentemente nazionale, da intendersi come presenza di sedi/filiali non solo a livello locale ma in almeno due regioni.
Il Responsabile del Procedimento è il Dirigente Affari Generali che opera di concerto con il Coordinatore Servizio Contabilità e Amministrazione.
Per maggiori dettagli sin rinvia al paragrafo “Area Concessioni ed erogazioni di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari nonchè attribuzione di vantaggi economico di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati” del PTPCT 2022-2023-2024 (doc. AZRB02 Rev.09) visionabile sul sito trasparenza.ravennaholdingspa.it/page/628/PIANO-TRIENNALE-DI-PREVENZIONE-DELLA-CORRUZIONE-E-DELLA-TRASPARENZA-E-MODELLO-231


I soggetti interessati aventi le caratteristiche sopraindicate potranno accreditarsi utilizzando il modulo sottoriportato, al fine di costituire un elenco di riferimento per le scelte del Consiglio di Amministrazione, di norma previo sorteggio o metodologia similare, fatte salve altre diverse modalità individuate occasionalmente dal Cda con decisione adeguatamente motivata.
Archivio